mercoledì 31 marzo 2010

AQUILANI SGRIDATO DALLA PROF D'INGLESE - ENGLISH TEACHER SCOLDS AQUILANI

Alberto Aquilani è stato sgridato dalla sua insegnante di inglese. A quanto riferisce il "Sun" il neoacquisto del Liverpool non è ancora bene alle prese con il gergo inglese dopo otto mesi dallo sbarco nel Regno Unito dalla Roma.
Il centrocampista italiano, che odia il tempo qui, ammette anche lui non si è preoccupato molto per migliorare le sue abilità linguistiche.
Le sue parole: "Non parlo inglese molto bene. Ora lo capisco più di prima, ma devo migliorare. Non sto prendendo lezioni regolari al momento. In un primo momento ho fatto, ma è stato difficile, ora no e la mia insegnante di inglese si è arrabbiato con me per questo. E 'stato difficile, perché un tempo erano la mia famiglia qui quindi non ho potuto fare la lezione, un altro tempo abbiamo avuto troppi partite. Ma mi piace tutto in Inghilterra, solo che non mi piace il clima. Mi piace la gente, i tifosi, la città e giocare qui. E voglio giocare bene qui."

Alberto Aquilani has been given a ticking off from his English teacher. According to the "Sun" the £20million Liverpool flop is not getting to grips with the lingo eight months after landing in the UK from Roma. Italian midfielder Aquilani, who hates the weather here, even admits he has not bothered much to improve his language skills. He said: "I don't speak English very well. Now I understand more than I did before but I have to improve. I'm not having regular lessons at the moment. At first I did but it has been difficult more recently and my English teacher is angry about this. It has been difficult because at one time my family were here so I couldn't do the lesson, another time we had too many games and sometimes it just feels too much. But I like everything in England, I just don't like the weather. I like the people, the supporters, the city and playing here. And I want to play well here."







read more...

martedì 30 marzo 2010

SCIOPERO CALCIATORI, SALTA REAL-BARCA? - PLAYERS' STRIKE, NOT PLAYED REAL-BARCA?

Un possibile sciopero dei calciatori spagnoli minaccia il turno della Liga del10-11 Aprile, durante la quale è previsto lo scontro al vertice fra Real Madrid e Barcellona, riferisce oggi Marca. L'Associazione dei calciatori spagnoli (Afe), che si è riunita ieri per studiare provvedimenti per costringere i club a pagare gli stipendi arretrati dovuti ai giocatori, sopratutto nelle serie minori, penserebbe secondo Marca a uno stop delle partite proprio nella giornata del grande 'clasicò fra le due corazzate del calcio iberico. Secondo Afe solo il 15% dei club spagnoli sarebbe in regola con i pagamenti ai propri giocatori. Non è chiaro per ora se si tratti di un bluff per costringere i club al negoziato, o se la minaccia rischia di essere messa veramente in pratica. Real Madrid e Barcellona sono primi a pari punti a 10 giornate dalla fine del campionato spagnolo e lo scontro al Santiago Bernabeu potrebbe essere decisivo per il titolo.

A possible players' strike threatening the Spanish round of the League of 10-11 April, during which it is expected to top the clash between Real Madrid and Barcelona, Marca reported today. The Association of Spanish footballers (AFE), which met yesterday to consider measures to force clubs to pay salary arrears owed to the players, especially in the minor leagues, think of Mark to stop a match in its day the great ' clasico between the two battleships of the Iberian football. According Afe only 15% of the Spanish club would comply with payments to their players. It is unclear for now whether this is a bluff to force the clubs to negotiate, or if the threat is likely to be really putting it into practice. Real Madrid and Barcelona are level on points in the first 10 days after the end of the Spanish league clash at Santiago Bernabeu could be decisive for the title.
read more...

MARADONA OPERATO D'URGENZA AL VISO PER IL MORSO DEL SUO CANE - MARADONA EMERCENCY SURGERY FOR THE BITE OF HIS DOG

Diego Armando Maradona è stato operato d'urgenza la scorsa notte dopo essere stato morso al viso da uno dei suoi cani: lo rendono noto fonti locali, precisando che l'allenatore della nazionale argentina uscirà nelle prossime ore dalla clinica dove è stato ricoverato. L'incidente è avvenuto nella sua abitazione, hanno aggiunto le fonti, precisando che Diego è stato subito portato alla clinica 'de los Arcos' del quartiere Palermo di Buenos Aires, dove è stato medicato e quindi operato.


Diego Armando Maradona was emergency surgery last night after being bitten in the face by one of his dogs make it known to local sources, stating that the national coach of Argentina will be released in the coming hours the clinic where he was hospitalized. The accident occurred at his home, the sources added, pointing out that Diego was immediately taken to the clinic 'de los Arcos' Palermo district of Buenos Aires, where he was treated and then work.
read more...

lunedì 29 marzo 2010

LIVORNO, GOMME TAGLIATE ALLE AUTO DI TRE GIOCATORI - LIVORNO, TIRES CUT FOR THREE PLAYERS

Le gomme delle auto di tre giocatori del Livorno sono state tagliate ieri, mentre la squadra stava affrontando il Bari. Lo scrive oggi il quotidiano 'Il Tirreno' e la notizia è stata confermata dalla polizia. Gli investigatori ritengono che a compiere il gesto vandalico possano essere stati alcuni tifosi infuriati con la squadra per il rendimento pessimo che ha costretto il Livorno all' ultimo posto in classifica. Secondo quanto ricostruito dalla questura livornese, il gesto è stato compiuto nell'arco di tempo compreso tra la partenza della squadra dall'albergo dove ha effettuato il ritiro e il ritorno nello stesso luogo dopo il match contro il Bari. Le auto erano state parcheggiate dai giocatori nei pressi dell'albergo che si trova alla periferia di Livorno. Ieri durante e dopo la partita che il Livorno ha pareggiato 1-1 contro il Bari la tifoseria livornese ha duramente contestato squadra e società. Dopo la fine della gara centinaia di tifosi hanno atteso, fischiato e insultato i giocatori all'esterno dello stadio. Un nutrito gruppo di ultras ha avuto anche un vivace «incontro» con la squadra proprio al suo ritorno nell'albergo. Il faccia a faccia fra tifosi e giocatori, pur piuttosto acceso, si è svolto senza incidenti e sotto il controllo delle forze di polizia.

The tires of three cars of the Livorno players were cut yesterday as the team was facing the Bari today, writes the newspaper 'Il Tirreno' and the news was confirmed by police. Investigators believe that to make the act of vandalism may have been some fans angry with the team for poor performance that forced the Livorno to 'last place in the standings. As reconstructed by police Leghorn, the gesture was made in the time between the departure of the team from where you made the withdrawal and return in the same place after the match against Bari car had been parked by Players of the hotel situated near , the outskirts of Livorno. Yesterday, during and after the game that drew 1-1 against Livorno Bari Livorno fans had severely challenged team and company. After the hundreds of race fans have been waiting, booed and insulted the players outside the stadium. A large group of ultras was also a lively "meeting" with his team on his return to the hotel. The face to face between fans and players, but rather on, took place without incident and the supervision of the police.
read more...

ARGENTINA, CALCI E PUGNI TRA GUARDIALINEE - ARGENTINA, KICKING AND PUNCHING BETWEEN LINESMAN

Nel rissoso calcio argentino litigano anche gli arbitri. È successo subito dopo la fine del primo tempo in una partita della serie C tra il Lujan e il Lamadrid, durante la quale tra i due guardalinee sono volati calci e pugni: Gaston Fernandez Landa è finito in ospedale, Daniel Rebuscini al commissariato. La lite è scoppiata perchè‚ Fernandez Landa ha protestato per essere stato chiamato a 'coprire' la partita: «Non può essere, io dovrei fare altre cose, non queste partite», ha protestato. Parole che sono state ascoltate dagli altri assistenti dell'arbitro, che hanno subito replicato con urla. Fernandez Landa ha quindi reagito a sua volta lanciando una sedia, fatto davanti al quale Rebuscini ha risposto tirandogli un pugno in faccia. La polizia che si trovava in campo ha quindi dovuto portare il primo in ospedale, dove ha avuto tre punti di sutura, mentre Rebuscini è stato portato in commissariato. A dare man forte a quest'ultimo è stato anche l'arbitro Antonio Amato, che dovrà spiegare l'accaduto davanti ad un giudice.

In Argentine Football quarrel quarrelsome even referees. It happened just after halftime in a game series C between the Lujan and Lamadrid, during which the two linesmen flown kicks and punches: Gaston Fernandez Landa ended up in hospital, Daniel Rebuscini to the police. The dispute erupted because Fernandez Landa protested at being called a 'cover' the game 'can not be, I should do other things, these games, "he protested. Words that were heard by the other assistant referee, who immediately replied with shouts. Fernandez Landa then responded in turn by tossing a chair, before which made Rebuscini replied throwing a punch in the face. The police were in the field had therefore to bring the first in the hospital, where he had three stitches, while Rebuscini was taken to the police station. To give a hand to it was also the referee Antonio Amato, who will explain what happened before a judge.


read more...

domenica 28 marzo 2010

LA COPPA DEL MONDO SCALA IL MONTE ROSA - THE WORLD CUP ON MONTE ROSA

Nel tour di avvicinamento alle finali di giugno in Sud Africa, la Coppa del Mondo di calcio oggi è giunta sulle Alpi. Il trofeo, conquistato nel 2006 dagli azzurri di Marcello Lippi, è stato portato sul Monte Rosa, dal versante Valdostano. Alla presenza del vicepresidente della Figc, Demetrio Albertini, la coppa è stata portata sulle pendici del Castore, a quasi 4.300 metri di quota, da una staffetta di sciatori e alpinisti. L'ultimo tratto è stato affidato a Simone Origone, pluricampione mondiale di sci di velocità. A causa del forte vento che soffiava in quota, non è stato possibile raggiungere la vetta della montagna e la coppa si è fermata qualche centinaio di metri al di sotto. Numerose iniziative collaterali sono state organizzata oggi a Champoluc.


Approach to the finals on the tour in June in South Africa, the World Cup football now has come the Alps The trophy, won in 2006 by the blue of Marcello Lippi, was brought to Monte Rosa, Valle d'Aosta by side. In the presence of Vice President of the Italian Football Federation, Demetrio Albertini, the cup was taken on foot of Castor, at almost 4300 meters of altitude, from a relay race of skiers and mountaineers. The last part was given to Simon Origone, oft-times world cross-country speed. Because of strong winds at high altitude, it was not possible to reach the mountain peak and the couple stopped a few hundred feet below. Numerous parallel events were organized today in Champoluc.
read more...

CONTESTAZIONE JUVE, ZEBINA PRESO A SCHIAFFI - CLAIMS JUVENTUS, ZEBINA SLAPPED


Atmosfera calda a Torino dove i risultati deludenti della squadra bianconera hanno provocato l'accesa contestazione dei supporter juventini. Nel marasma generale, le telecamere SKY, hanno ripreso un scena nella quale un teppista dà uno scappellotto a Jonathan Zebina, che si avviava verso il pullman. Il giocatore francese ha evitato di surriscaldare ulteriormente gli animi e non ha abbozzato la benchè minima reazione


Warm in Turin where Juventus's disappointing provoked a fierce challenge of Juventus supporters.
In general chaos, the Sky cameras have taken over a scene where a thug gives a slap to Jonathan Zebina, who started for the coach. The French player has avoided further overheat the soul and has sketched the slightest reaction
read more...

sabato 27 marzo 2010

PARTITA ALLE 12,30 SPAGHETTI A COLAZIONE - MATCH AT 12,30 SPAGHETTI FOR BREAKFAST

Spaghetti a colazione per i giocatori del Torino che domani sfideranno la Reggina alle 12.30 nel posticipo della 32/a giornata di serie B. Un orario inedito per i granata a caccia del terzo successo consecutivo, che comporta cambiamenti drastici nelle abitudini di giocatori e staff tecnico. «L'ultima volta che ho giocato all'ora di pranzo ero un ragazzino, da professionista non mi è mai capitato - dice mister Colantuono - e non mi piace molto, anche se ovviamente ci adeguiamo». La squadra, volata ieri sera in Calabria, ha sperimentato questa mattina il tour de force che l'aspetta. Sveglia alle 8.30, colazione un'ora dopo, con pasta e riso nel menù, e allenamento all'ora della partita.

Spaghetti for breakfast for tomorrow that will challenge players of Torino Reggina postponed to 12.30 in 32 / a day of Serie B. A time news for shell hunting the third consecutive victory, leading to drastic changes in the habits of players and coaching staff. "The last time I played at lunchtime I was a kid, as a professional I have ever - says Mr. Colantuono - and not very much, although obviously us to accommodate."The team sprint last night in Calabria, has experienced this morning the tour de force that awaits. Wake up at 8.30 am, an hour after breakfast, pasta and rice on the menu, and training time of the game.
read more...

VIDEOS - TOP 3 OF THE WEEK (21/27 - 03)

Top three funny video of the week ( 21/27 - 03 )


- Goran Rubil (Hajduk) -


Alejandro Palacios (Marathón de Honduras) -

Chimenti (Juventus)
read more...

ARBITRO CONDANNATO PER INSULTI RAZZISTI A GIOCATORE - REFEE SENTENCED FOR RACIST ABUSE IN FOOTBALL PLAYER

Un arbitro di calcio è stato condannato dal giudice di pace di Viareggio (Lucca) a una multa di 2500 euro per aver rivolto insulti razzisti a un giovane calciatore, capitano dell'Oratorio don Bosco di Carrara, durante una partita valida per il Campionato regionale Giovanissimi. La notizia è riportata dal quotidiano La Nazione. La partita era stata disputata a Camaiore (Lucca) il 19 febbraio 2006 ed era arbitrata da Luca Giannecchini, 38 anni, appartenente alla sezione Aia di Viareggio. Durante la partita l'arbitro è stato sentito dire rivolto al capitano dell'Oratorio «Cinese di m... non mi rompere i c...» prima di espellerlo. Promyoo Sarayuth (questo il nome del calciatore che ora gioca nell'Ortonovo, in provincia di La Spezia) appena avuto il cartellino rosso si era avviato verso gli spogliatoi ed era stato accompagnato a bordo campo dallo stesso arbitro che aveva aggiunto: «La prossima volta giochi sulla spiaggia». Il calciatore, a seguito dell'espulsione, venne fermato per tre mesi dal giudice sportivo, squalifica poi ridotta dalla Commissione disciplinare. Sarayuth (padre di Carrara e madre thailandese) si è rivolto al giudice di pace che ha condannato l' arbitro. Ora i legali del ragazzo stanno valutando se depositare o meno una richiesta di risarcimento danni in sede civile.


A football referee has been sentenced by the judge in Viareggio (Lucca) to a fine of 2500 euros for racist abuse aimed at a young footballer, captain of the Oratory Don Bosco di Carrara, in a game valid for the Regional Championship Teenagers
. The news reported by The Nation newspaper. The match was held in Camaiore (Lucca) 19 February 2006 and was refereed by Luca Giannecchini, 38, belongs to the Hague Chamber of Viareggio. During the match the referee was directed to the captain heard the Oratorio "Chinese m. .. I do not break the c. .. "before ejecting. Promyoo Sarayuth (the name of the player who now plays nell'Ortonovo, in the province of La Spezia) just had the red card was launched towards the changing rooms and was accompanied by the same referee on the sideline that had added: "Next time beach games. The kicker, after the expulsion, was halted for three months by a referee, disqualification then reduced by the disciplinary commission. Sarayuth (Carrara father and Thai mother) turned to the judge who ordered the 'arbitrator. Now the boy's lawyers are evaluating whether or not to lodge a claim for damages under civil law.
read more...

PARTITE DA INFARTO: OGNI MATCH DI CARTELLO SE NE REGISTRA ALMENO 1 - MATCHES SORELY TEST HEART FANS: ONE MYOCARDIAL ANY SERIOUS MATCH

Tifosi allo stadio col cuore 'spezzatò. Non per una sconfitta della propria squadra, ma perchè colpiti da malore. Ogni domenica sulle tribune dei principali stadi della serie A, soprattutto in occasione di match di cartello, quando la tensione è altissima, si registra almeno un caso a partita di tifoso colpito da lipotimia o da angina pectoris, il classico 'coccolonè. Una sorta di mancamento che il più delle volte viene superato in pochi minuti, sul posto, grazie alle cure dei medici. Ma non mancano casi più gravi, tifosi colpiti da veri e propri infarti o icuts che necessitano invece di un urgente ricovero ospedaliero. È la fotografia sugli infortuni da stadio scattata dall'ADNKRONOS SALUTE, che ha interpellato chi si occupa tutte le domeniche della salute dei tifosi in tribuna: i medici e gli operatori dei servizi sanitari in azione negli stadi di Milano, Roma e Napoli. Decine e decine di specialisti, infermieri e volontari della Croce Rossa che, come nel caso della partitissima di oggi pomeriggio all'Olimpico, Roma-Inter, hanno il delicato compito di prestare, ad oltre 70 mila appassionati col 'cuore in golà, il primo soccorso sanitario. Quello decisivo, in alcuni casi. Le emergenze a cui devono far fronte sono naturalmente di tutti i tipi. Si va dal trauma da caduta, alla ferita da arma da taglio. Dal colpo di calore, all'infarto. Tanti infortuni: circa 15 ad ogni partita dell'Inter e del Milan allo stadio Meazza, 697 in tutto il 2009 alle partite della Roma all'Olimpico. Un'altra decina a partita al San Paolo, in occasione delle gare del Napoli. Perlopiù si tratta di piccoli malori: cefalee, svenimenti, escoriazioni e distorsioni da cadute. Ma soprattutto malori dovuti all'abuso di alcol e droghe. Fino ad arrivare ai casi più gravi come l'arresto cardiocircolatorio.


Fans in the stadium with my heart 'broken.
Not for a defeat of their team, but because suffering from illness. Every Sunday, the stands of the main stages of the
SerieA, especially during their match of the cartel, when the voltage is high, there is at least one case per game as a fan hit by faintness or angina pectoris, the classic 'cuddly. A sort of inevitable that most of the time is exceeded in a few minutes on the spot, thanks to the care of doctors. But there are serious cases, fans affected by real or stroke icuts instead of needing urgent hospital treatment. Accident and photograph taken from stage dall'ADNKRONOS Health, which asked those who work on Sundays health of fans in the stands: the doctors and health services in action stadium in Milan, Rome and Naples. Dozens and dozens of specialists, nurses and Red Cross volunteers, as in the case of partitissima this afternoon at the Olimpico, Roma-Inter, have the delicate task of providing, with over 70 thousand fans with 'heart in your throat, the first Emergency health. The decisive one, in some cases. The emergencies faced are naturally of all kinds. They range from the trauma from the fall, the knife wound. From heat stroke, attack. Many accidents: about 15 at each fixture and Milan Meazza stadium, 697 in all 2009 matches of Roma at the Olimpico. Another ten per match in Sao Paulo, during the races of Naples. Mostly these are small sicknesses: headache, fainting, scratches and distortions from falls. But most of all sicknesses due to the abuse of alcohol and drugs. Until you get to the most serious cases such as circulatory arrest.
read more...

venerdì 26 marzo 2010

NAPOLI, HAMSIK E QUAGLIARELLA SCACCIANO IL MALOCCHIO - NAPLES, HAMSIK AND QUAGLIARELLA WARD EVIL EYE

Il secondo tempo di Napoli-Juventus è cominciato da sei minuti quando Marek Hamsik, soprannome Marekiaro e ciuffo ribelle da scugnizzo, colpisce di testa su traversone di Fabio Quagliarella ed insacca il gol del pareggio. Cinque minuti prima, lo stesso Hamsik aveva sbagliato un calcio di rigore, 'scheggiandò la traversa della porta di Manninger. Al gol dello slovacco, nato a Bansk Bystrica una città di 80 mila abitanti situata sulle rive del fiume Hron, ai piedi della catena dei Bassi Tatra, partono i festeggiamenti. Ed il primo a festeggiare, in maniera inattesa ed inusuale per un freddo figlio dell'Europa continentale, è proprio il calciatore. Tutti si aspettano che dedichi la marcatura al figlio Christian, appena nato, mimando il gesto della culla a dondolo, secondo una moda inaugurata dal brasiliano Bebeto ai mondiali del 1994 negli Usa, ed invece Hamsik, a sorpresa, con ripetuti gesti delle mani si scaccia il malocchio dalla maglietta, nel solco di una tradizione tipicamente napoletana. Al 26' della ripresa il bis. Questa volta a segnare il gol del vantaggio è il napoletanissimo Fabio Quagliarella da Castellammare di Stabia. Il suo gesto è altrettanto esplicito: Quagliarella, infatti, si 'scaccià a sua volta la malasorte dalle spalle con le due mani usate a mò di spazzola. Lavezzi autore della rete del 3-1 ricorre ad un gesto di gioia più classico e meno scaramantico, sfilandosi la maglietta e beccandosi, per questo, un cartellino giallo. Ma voci di dentro dicono che anche il Pocho, negli ultimi tempi, sia divenuto un seguace della scaramanzia napoletana. Dopo la vittoria di ieri sera contro la Juventus, dunque, il Napoli sorride e manda così via la cattiva sorte che aveva accompagnato alcuni dei suoi 'gioiellì negli ultimi tempi. Reazioni giustificate da parte dei giocatori e particolarmente apprezzate dal pubblico del San Paolo. Fabio Quagliarella ieri è tornato al gol dopo più di due mesi di assenza. Un periodo di inferno per l'attaccante, periodo durante il quale, senza voler mischiare il sacro ed il profano, non sono mancate visite al santuario della Madonna di Pompei, quasi a volersi 'far benedirè per ritrovare la strada smarrita della porta avversaria. D'altronde, a testimonianza del connubio sempre più stretto calciatori-tifosi, anche su questo 'delicatò argomento, basta guardare con attenzione gli spalti del San Paolo, dove compaiono sempre striscioni anti jella esposti nel settore dei distinti e magliette con la frase scaramantica 'Sciò sciò ciucciuè. Tie«, ideata e regalata al bomber della Nazionale dalla famiglia Spiezia, titolare dell'omonima azienda di salumi e sponsor della società partenopea. La tshirt, di colore bianco, indossata più volte dallo stesso calciatore sotto la maglia da gioco e che per lui rappresenta un amuleto magico, gli fu consegnata alla vigilia di Napoli-Bari, partita in cui oltre ad essere stato l'autore dell'assist che consentì a Maggio di segnare, Quagliarella realizzò anche una magnifica doppietta. E proprio la maglietta anti-malocchio da domani sarà disponibile nei Napoli-point dello sponsor tecnico Macron che cerca di cavalcare il momento scaramantico favorevole. Ma la tshirt non è l'unico amuleto, realizzato dall'azienda Spiezia. Da qualche mese è infatti sul mercato e sta spopolando tra i supporters partenopei, anche il 'salame Napolì, nella cui confezione rigorosamente con le immagini dei beniamini azzurri, oltre all'insaccato si trova anche un cornetto con sopra una civetta scaccia guai. Insomma pur di uscire dalla crisi e riportare Lavezzi, Quagliarella e compagni nell'Olimpo del calcio i tifosi del Napoli le provano tutte. C'è addirittura chi, sulla scia del pellegrinaggio dell'ex calciatore dell'Udinese al Santuario Mariano, trasmesso in tv nel corso della trasmissione di Italia 1 'le Ienè, ha promesso che se si dovesse andare in Champions League organizzerà una processione tutta tinta d'azzurro.


The second half of Napoli-Juventus started with six minutes when Marek Hamisk, nickname Marekiaro cowlick and from street urchin, header from a cross by Fabio Quagliarella and bagged the equalizer.
Five minutes earlier, the same Hamsik had missed a penalty kick, 'splintering the crossbar Manninger. To scoring Slovakia, Banska Bystrica born in a town of 80 thousand inhabitants situated on the banks of the river Hron, in the foothills of the Low Tatras, start the festivities. And the first to celebrate, so unexpected and unusual for a cold son of continental Europe, is just a football player. It is certain to devote marking his son Christian, newly born, mimicking the gesture of a rocking cradle, according to a trend started by the Brazilian Bebeto in the 1994 World Cup in the U.S., and instead Hamsik, surprisingly, with repeated gestures of the hands drives the evil eye by the shirt, in the wake of a typical Neapolitan tradition. On 26 'Shooting an encore. This time to score the goal of the benefit is the napoletanissimo Fabio Quagliarella from Castellammare di Stabia. His gesture is equally explicit: Quagliarella, in fact, 'in turn drives away bad luck from the shoulders with both hands, used to bring all the brush. 3-1 Lavezzi author's network uses a gesture of joy more classic and less superstitious, pulling off his shirt and beaks, thus a yellow card. But rumors say that even within the few in recent times, has become a follower of the Neapolitan superstition. After the victory last night against Juventus, then, the Naples smiles and sends so bad luck that had accompanied some of his' jewel in recent times. Justified reaction from the players and particularly appreciated by the public of Sao Paulo. Fabio Quagliarella is back to scoring after more than two months of absence. A period of hell to the attacker, a period during which, without wanting to mix the sacred and the profane, there have been visits to the shrine of Our Lady of Pompeii, as if wanting to 'bring blessing to find the derailed goal. Moreover, reflecting the ever-closer union-football fans, even on this 'sensitive issue, just look closely the ramparts of St. Paul, where banners appear increasingly exposed in the field of anti Jella distinct and T-shirts with the phrase superstitious' Shoo Shoo ciucciuè. Tie ', created and donated to the National bombers from the family Spiezia, owner of the company and sponsor of Neapolitan salami. The tshirt, white, worn several times by the same player under the game jersey and that he is a magic amulet, he was delivered on the eve of Naples-Bari, as well as playing as the author of the assisted that allowed May to score, Quagliarella also did a magnificent shotgun. And the shirt anti-evil eye will be available from tomorrow in Naples-points of the technical sponsor Macron trying to ride the moment superstitious favorable. But the tshirt is not the only charm, made by the Spiez. In recent months is indeed on the market and is depopulating between Neapolitan supporters, including 'Salame Napoli, whose strict packaging with pictures of blues heroes, as well yelds is also found on a croissant with an owl casts trouble. Well just to end the crisis and restore Lavezzi, Quagliarella Olympus and fellow football fans of Napoli try them all. There are those who, in the wake of the pilgrimage to the Marian shrine of the former Udinese player, broadcast on television during the transmission of Italy 1 'Reservoir Dogs, has promised that if you were to go in the Champions League will hold a procession, all painted blue.
read more...

PANINI ANTICIPA DUNGA E 'CONVOCÀ RONALDINHO - PANINI ADVANCES DUNGA E CALL RONALDINHO

La Panini, colosso delle figurine anche in Brasile, anticipa il ct della Selecao Dunga e 'convocà Ronaldinho, alimentando il dibattito, molto vivace anche nel paese pentacampione del mondo, se sia opportuno o meno chiamare per il Sudafrica il n. 80 del Milan. Come ogni quadriennio la Panini ha preparato un album dedicato ai Mondiali di calcio, che in Brasile sarà nelle edicole da martedì prossimo. È stato presentato in anteprima agli addetti ai lavori nel corso di una cena, a cui era presente fra gli altri Marina de Sousa, figlia dell'autore di fumetti Mauricio De Sousa, il 'Walt Disney brasilianò, autore di una serie di strisce che avevano fra i protagonisti calciatori come Ronaldo e Ronaldinho, ovviamente versione 'cartoon'. La ragazza ha fotografato l'album e ne ha diffuso su internet le immagini via Twitter, facendo notare che fra le figurine dei calciatori del Brasile messi nell'album dalla Panini come possibili componenti delle varie rose, c'era anche Ronaldinho, 'dimenticatò nell'ultimo anno da Dunga, così come il terzino sinistro Andre Santos, anche lui sull'album nonostante sia finito in vicende di 'dolce vità in Turchia che a fine stagione potrebbero costargli il posto non solo in nazionale ma anche nel ricchissimo Fenerbahce. Presente anche Adriano, altro giocatore sulla cui convocazione Dunga sembra ancora indeciso. Ma è stata ovviamente la presenza di Ronaldinho nel 'Panini' dedicato a Sudafrica 2010 ad alimentare il dibattito e qualche polemica, al punto che le immagini della raccolta di figurine, compresa quella del 'Gauchò sono poi state mostrate da network e siti brasiliani, come Tv Globo e 'Globoesporte'. Proprio quest'ultimo sito scrive che successivamente Marina de Sousa sarebbe stata costretta dalla Panini brasiliana a ritirare le foto dell'album dalla sua pagina su Twitter. Per ogni nazionale la Panini ha inserito, «in base a calcoli statistici e sulle presenze in squadra» come fanno notare dall'azienda, 17 giocatori. Quelli del Brasile, sottolinea Globoesporte, «oltre a Ronaldinho, sono Adriano, Andre Santos, Julio Cesar, Lucio, Juan, Luisao, Maicon, Daniel Alves, Josuè, Gilberto Silva, Felipe Melo, Elano, Kakà, Robinho, Nilmar e Luis Fabiano. Nell'Inghilterra c'è la figurina di David Beckham, segno che, per motivi di tempo, la raccolta è stata preparata quando ancora il milanista non si era infortunato contro il Chievo. L'album Panini di Sudafrica 2010 uscirà in Italia nella seconda settimana di aprile, dopo che verrà presentato in anteprima alla stampa a Roma, Ed è possibile che il dibattito sulla presenza di Ronaldinho nel Brasile riprenda in quella circostanza.

Panini, giant figures in Brazil, anticipates the coach Dunga and Selecao and calls Ronaldinho, fueling the debate lively even in the country pentacampione the world, whether appropriate or not to call for South Africa No 80, Milan. Like any four Panini has prepared an album dedicated to the World Cup, which Brazil will be on newsstands next Tuesday. It was previewed to professionals at a dinner, which was present among others, Marina de Sousa, daughter of comic author Mauricio de Sousa, the 'Walt Disney Brazilian author of a series of strips that had between football players like Ronaldo and Ronaldinho, of course version 'cartoon'. She photographed the album, and has circulated on the Internet images via Twitter, noting that among the figurines of footballers of Brazil made by Panini in the album as possible components of various roses, there was also Ronaldinho, 'forgotten in 'Dunga last year, as the left back Andre Santos, who was also on the album is finished despite the events of' sweet life in Turkey at the end of the season could cost him his place not only in national but also rich in Fenerbahce. Also Adrian, another player on whose invitation Dunga still seems undecided. But it was obviously the presence of Ronaldinho in the 'Panini dedicated to South Africa 2010 to inform the debate and some controversy, so that images of the collection of figurines, including that of' Gaucho were then displayed by the Brazilian networks and sites such as TV Globo and 'Globoesporte'. This last site writes that after Marina de Sousa was forced to withdraw from the Brazilian Panini album photo from his page on Twitter. For each national Panini has included, "according to statistical calculations and attendance in the team" as pointed out by the company, 17 players. Those of Brazil, stresses Globoesporte, "as well as Ronaldinho, Adriano are, Andre Santos, Julio Cesar, Lucio, Juan, Luisao, Maicon, Daniel Alves, Josué, Gilberto Silva, Felipe Melo, Elano, Kaka Robinho, Luis Fabiano and Nilmar . In England there is the figure of David Beckham, a sign that, for reasons of time, the collection was prepared even when Milan had not been injured against Chievo. The album Sandwiches South Africa 2010 will be released in Italy in the second week of April, after which will be previewed to the press in Rome, It is possible that the debate on the presence of Ronaldinho in Brazil resume in that circumstance.
read more...

giovedì 25 marzo 2010

CELTIC PERDE PER 4-0 ED ESONERA TECNICO - CELTIC GLASGOW LOST 4-0 AND EXEMPTS COACH


Il Celtic Glasgow ha esonerato l'allenatore Tony Mowbray all'indomani del 4-0 subito ieri dal St Mirren, che rappresenta una delle umiliazioni peggiori della storia storia dei Celtic, ormai molto lontani in classifica dai loro rivali di sempre, i Glasgow Rangers. In attesa della nomina del nuovo allenatore l'ex capitano dei Celtics, Neil Lennon, assumerà l'interim. rera l'interim. Mowbray, ex difensore del club, era arrivato a metà della scorsa stagione al posto di Gordon Strachan. Pur con un bilancio non proprio catastrofico (13 sconfitte in 45 partite), a segnare il suo destino è stato il crollo di ieri: i Celtic non avevano mai perduto in campionato con un tale scarto con un'avversaria diversa dai Rangers, che adesso possono vantare un margine sui rivali di dieci punti, e con due partite ancora da recuperare. Anche se non era stato la prima scelta come allenatore il gioco tutto offensivo di Mowbray era riuscito comunque a sedurre la tifoseria dei Celtics. Ma le cose erano cominciate a cambiare dopo l'eliminazione dalla Champions subita dall'Arsenal nella fase preliminare a gironi. Per salvare la stagione alla squadra scozzese non resta ormai che la coppa nazionale, dove dovrà affrontare in semifinale una formazione di serie B, il Ross County, con i Rangers già fuori.


Glasgow Celtic
have sacked coach Tony Mowbray in the aftermath of the 4-0 suffered yesterday by St Mirren, who is one of the worst humiliations in the history of Celtic history, long gone in the standings from their rival, the Glasgow Rangers.
Pending the appointment of new coach former Celtics captain, Neil Lennon, will assume the interim. RERA the interim. Mowbray, the club's former defender, had arrived in the middle of last season in place of Gordon Strachan. Even with a budget not quite catastrophic (13 defeats in 45 games), to shape her destiny was to collapse yesterday: Celtic have never lost in the league with such a gap with an opponent other than Rangers, who can now claim an edge over rivals by ten points with two matches still to be recovered. Although it was not the first choice as coach throughout the game was offensive Mowbray still managed to seduce the fans of the Celtics. But things had started to change after elimination from the Champions Arsenal suffered during preliminary rounds. To save the season the team is not now the Scottish National Cup, where he will face in the semifinals of a training series B, Ross County, with the Rangers already out.
read more...

ADRIANO INTERROGATO DA POLIZIA PER MOTO REGALATA A NARCOS - ADRIANO QUESTIONED BY POLICE FOR MOTO TREAT NARCOS

Adriano è stato interrogato per più di un'ora e mezza dalla polizia di Rio de Janeiro. L'attaccante brasiliano doveva riferire in merito ad una moto acquistata da lui e regalata alla madre di un noto narcotrafficante della città, in quanto quest'ultimo sarebbe stato il reale destinatario della 'Hornet 600' acquistata dall'ex giocatore dell'Inter. All'uscita del commissariato ad attenderlo c'era una grande folla di tifosi che lo ha acclamato al grido di 'Imperatore'. Secondo quanto riportato dal commissario Jader Amaral, Adriano avrebbe ammesso di aver acquistato la motocicletta, ma avrebbe anche assicurato di non sapere che il destinatario dell'acquisto fosse Marlene Pereira de Souza, madre di Rogerio de Souza Paz alias 'Mica', narcotrafficante e suo amico di infanzia.

Adriano was questioned for over an hour and a half by the police in Rio de Janeiro. The Brazilian striker was reported on a motorcycle he purchased and donated to the mother of a known drug trafficker in the city, because that was the actual recipient of the 'Hornet 600' bought by former Inter player. Edge of the police waiting for him there was a large crowd of supporters cheered him with cries of 'Emperor'. According to Commissioner Jader Amaral, Adriano admitted that he bought the motorcycle, but would also ensure that the recipient does not know the purchase was Marlene Pereira de Souza, mother of Roger de Paz Souza alias' Mica', drug smuggler and his friend childhood.
read more...

TIFOSI URLANO 'CICCIONE', RONALDO REAGISCE - FANS CALL HIM 'FAT', RONALDO REACTS

Il Corinthians perde, i tifosi insultano il «grasso» Ronaldo e il 'fenomeno' risponde mostrando il dito medio. Rapporti tesi tra la torcida del 'Timaò e il centravanti dopo la gara persa 1-0 in casa contro il modesto Paulista. Il k.o. è arrivato nella 16esima giornata del campionato dello stato di San Paolo, nel quale il Corinthians occupa la quinta posizione a 9 punti dal Santos capolista.
Il flop ha provocato la reazione stizzita di una parte dei tifosi. Un gruppo di sostenitori, tra coloro che possono parcheggiare la propria auto all'interno dell'Arena Barueri, è arrivato a pochi metri dal pullman della squadra: è cominciata la contestazione nei confronti dei giocatori e, in particolare, di Ronaldo. «Ciccione», ha urlato qualcuno tra i 20-30 sostenitori delusi dal rendimento del centravanti. Dopo lo strepitoso 2009, infatti, Ronaldo non riesce ad esprimersi all'altezza delle aspettative. Contro il Paulista, in particolare, l'attaccante ha sprecato diverse occasioni da gol. La reazione del fuoriclasse ha alzato ulteriormente la tensione. Il clima è diventato rovente, poliziotti e membri del servizio d'ordine hanno dovuto creare un cordone di sicurezza per evitare pericolosi contatti ravvicinati.
«Non ho fatto nessun gesto nei confronti dei tifosi del Corinthians, che mi hanno adottato e mi sostengono da quando sono arrivato qui. Il gesto era rivolto a una persona che mi ha offeso nel parcheggio per motivi personali», ha detto Ronaldo nel tentativo di ridimensionare il caso. «Mi scuso se qualche tifoso del Corinthians si è sentito offeso. Ci tengo a ribadire la stima e l'affetto per chi mi ha trattato benissimo sin dal primo momento», ha ripetuto. Le critiche alla squadra, ha aggiunto, sono motivate. «Capisco il malumore dei tifosi, accettiamo le critiche. Io ho sbagliato gol facili, ma ho le spalle larghe e vado avanti. Ora ci aspetta il big match casalingo con il San Paolo, abbiamo bisogno del sostegno della nostra torcida in campionato e in Coppa Libertadores, dove stiamo andando molto bene», ha concluso il centravanti dalle pagine del sito ufficiale del Timao.



Corinthians lost, the fans insulting the "fat" Ronaldo and the 'phenomenon responds by showing the middle finger. Torcida strained relations between the 'Tima and the center forward after the match they lost 1-0 at home to modest Paulista. The k.o. arrived in the 16th day of the championship of the state of Sao Paulo, where Corinthians occupies the fifth position in 9 points behind leaders Santos.
The flop has caused the angry reaction of some of the fans. A group of supporters, the people who can park their cars inside the Arena Barueri, arrived a few meters from the bus team: it started the protest against the players and, in particular, Ronaldo. "Fat Man," shouted someone in the 20-30 supporters disappointed by the performance of the center-forward. After the great 2009, in fact, Ronaldo fails to speak to expectations. Against Paulista, in particular, the attacker has wasted several scoring chances. The reaction of the star players has raised further tension. The weather has become hot, policemen and members of the security detail had to create a security cordon to prevent dangerous close contact.
"I have made no gesture towards the fans of Corinthians, which I have adopted and support me since I arrived here. The gesture was directed to a person who has offended me in the parking lot for personal reasons, "said Ronaldo in an attempt to downsize the case. "I apologize if some fan of the Corinthians felt offended. I want to reiterate the esteem and affection for those who treated me very well from the start, "he repeated. The criticism of the team, he added, are motivated. "I understand the mood of the fans, we accept the criticism. I have the wrong goals easier, but I have broad shoulders and go forward. Now we tackle the big home match with St. Paul, we need the support of our torcida in the league and Copa Libertadores, where we are going very well, "concluded the center-forward from the pages of the official website of Timao.
read more...

mercoledì 24 marzo 2010

A FIRENZE VIETATA VENDITA MAGLIE JUVENTUS - FORDIBBEN JUVENTUS SHIRTS FOR SALE IN FLORENCE

Per garantire «la fiorentinità», ma anche per «motivi di ordine pubblico» occorre vietare la vendita delle maglie della Juventus nei mercati cittadini. È quanto prevede un ordine del giorno presentato oggi in Consiglio comunale dai consiglieri di opposizione del Pdl Francesco Torselli, Mario Tenerani e Jacopo Cellai. Torselli ha spiegato che era stato «proprio il sindaco Matteo Renzi, qui in aula, a sottolineare che per recuperare la fiorentinità non era bello vedere in vendita, sulle bancarelle del mercato di San Lorenzo, oggetti che con la fiorentinità non hanno nulla a che vedere: la nostra proposta va in questa direzione. Firenze - ha proseguito - ha una passione immensa per la Fiorentina e ha una non passione viscerale per la Juventus». Torselli ha poi sottolineato che «Firenze è una città civilissima; però - ha aggiunto con un sorriso - se per caso, proprio nel giorno in cui si gioca Fiorentina-Juventus, arriva qui in gita un gruppo di ragazzi che, dopo aver acquistato le magliette della Juve, va a dormire magari in qualche albergo vicino allo stadio, ci chiediamo: cosa può succedere?»

To ensure "the Florentines, but also for" reasons of public policy should prohibit the sale of Juventus in the city markets. This is laid down an agenda today in the municipal council by the councilors of the opposition PDL Francis Torselli Mario Tenerani and Jacopo Cellai. Torselli explained that it was "just the mayor Matteo Renzi, here in the classroom, to stress that to recover the Florentine was good to see for sale on market stalls of San Lorenzo, with Fiorentina objects that have nothing to do : Our proposal goes in that direction. Florence - he continued - a huge passion for Fiorentina and not a visceral passion for Juventus. " Torselli He stressed that "Florence is a civilized city, however - he added with a smile - if by chance the very day you play Fiorentina-Juventus, arrives here on a trip a group of boys who, after buying T-shirts Juve, goes to sleep maybe in some hotel near the stadium, we ask: what can happen? "
read more...